I benefici del massaggio infantile

Per il Bambino

Le quattro principali categorie di benefici generali determinati dal massaggio infantile sono l’interazione, la stimolazione, il sollievo e il rilassamento.

  • L’interazione

Favorisce il bonding, un attaccamento sicuro, la comunicazione verbale e non verbale, l’empatia, il contatto precoce.

  •  La stimolazione

Favorisce la stimolazione dell’apparato circolatorio, digerente, del sistema ormonale, del sistema immunitario, del sistema linfatico, nervoso, dell’apparato respiratorio, del sistema vestibolare.

Miglioramento della capacità di apprendimento,conoscenza dello schema corporeo, crescita, integrazione sensoriale, connessioni neurali (i massaggi favoriscono e accelerano lo sviluppo della guaina mielinica).

  • Il sollievo

In caso di gas intestinale e coliche, stipsi ed evacuazione, muco eccessivo, tensione muscolare, dolori dovuti alla dentizione,ipersensibilità al tatto, tensione fisica e psicologica, irritazione della pelle.

  •  Il rilassamento

Miglioramento del sonno, del tono muscolare, regolazione degli stati comportamentali, migliore capacità consolarsi (autoregolazione) riduzione dei livelli di stress e degli ormoni dello stress, aumento degli ormoni anti stress (come ossitocina e serotonina) minore ipersensibilità, minore iperattività, un momento di pausa da tutti i nuovi stimoli che la crescita prevede.

Per la mamma

Oltre a questi benefici specifici del bambino, il massaggio infantile porta benefici anche ai genitori stessi, in quanto determina una migliore comprensione del proprio bambino e dei segnali che gli invia, miglioramento quindi delle competenze genitoriali ed una maggiore autostima, un coinvolgimento precoce del padre, un aumento dei livelli degli ormoni di rilassamento (come ossitocina e prolattina).

Inoltre l’incontro e lo scambio con altri genitori e la consapevolezza di essere in grado di fare qualcosa di positivo per il proprio bambino, possono contribuire alla riduzione della depressione post parto. La nascita di un bambino, non corrisponde istantaneamente, alla volontà e capacità nella mamma di leggere e rispondere a tutti i segnali che il piccolo le manda, a volte è semplice e naturale, a volte è necessario più tempo e un maggior impegno, è per questo la madre durante i primi mesi o anni dovrebbe essere sostenuta e alleviata da altri impegni e fatiche, per potersi dedicare alle cure del piccolo. Il massaggio è un mezzo per creare o incrementare il processo del bonding.

Il bonding è quel processo di interazione reciproca che si sviluppa tra il genitore (o chi si prende cura del bambino) e il figlio, che porta allo sviluppo di un legame unico. La persona che si prende cura del piccolo, mette in atto, tutta una serie di comportamenti caratterizzati da un grado di disponibilità, attenzione ed empatia assoluti.

Uno dei fini del massaggio è proprio quello di creare un’interazione profonda tra mamma e bimbo, uno scambio reciproco di stimolazioni e messaggi. Il massaggio prevede ed è costituito, da elementi come la vocalizzazione, il contatto epidermico e quello di sguardi, tutti elementi che favoriscono il formarsi del bonding.

La “mamma” durante il massaggio, conosce ancora in maniera più approfondita il proprio bambino, osservando le diverse reazioni e adeguandosi ad esse e il bambino a sua volta, modifica le proprie risposte anche in funzione delle stimolazioni date dalla mamma.

Avere un bambino nella nostra società non è considerato un dono o una risorsa ma piuttosto un peso e la vita delle donne lavoratrici, nel momento in cui arriva un figlio, si complica notevolmente. Le future mamme devono spesso continuare a lavorare il più a lungo possibile durante la gravidanza e tornare a lavoro al massimo, entro il quinto mese di vita del bambino.

Il corso di massaggio infantile è uno spazio offerto alle figure genitoriali e al bambino, dedicato esclusivamente a loro, un modo per dirgli che sono importanti e considerati.

Inoltre nella società attuale il nuovo nucleo familiare è sempre più ristretto e isolato dal resto dei parenti, non è più presente quella rete di persone che avvolgeva la mamma e il nascituro subito dopo il lieto evento, per questo molte neo-mamme hanno piacere nell’incontrarsi e confrontarsi con altre mamme, per condividere la proprie esperienze, i propri dubbi o semplicemente per uscire di casa e conoscere nuove persone.

Non sono presenti commenti

Inserisci un commento